Capita spesso che l’aspirante consulente del debito, mi contatti per chiedermi se, nei percorsi di partnership che offro per collaborare con me e il mio staff, ci sia un numero massimo di partner che possano aderire per ogni zona.

 

La risposta spesso è no. Perché in questo settore, fortunatamente o sfortunatamente, il lavoro è veramente tanto e i professionisti in grado di svolgerlo seriamente ancora veramente pochi.

 

Ecco perché cerco di essere sempre molto attiva e volta alla sensibilizzazione della figura del consulente del debito. Il mio lavoro di sensibilizzazione volge la propria attenzione non solo ai debitori – per spiegare loro che noi consulenti non siamo speculatori, bensì lavoriamo per loro e per il bene delle loro famiglie – ma anche nei confronti di tutti gli interessati a fare del saldo e stralcio un business etico.

 

Le gioie e i dolori di internet

È un dato di fatto: internet è un prezioso strumento, ma se non sei capace di utilizzarlo, può diventare letale.  Sfortunatamente, negli ultimi anni, corre veloce la tendenza e il modus operandi della “Googolata” per informarsi e formarsi in qualsiasi campo professionale. Anche quello del saldo e stralcio.

 

Si tende a sottovalutare profondamente l’importanza dei tecnicismi, delle leggi e di tutto quella che è la professione del consulente del debito: che può essere una grande opportunità solo se si è in grado di giocare bene le proprie carte.

 

Qual è il primo passo per avere dei risultati concreti? Sicuramente andare oltre lo schermo di un pc.

 

La formazione è indispensabile

Non fraintendermi, con questo non voglio dire che sbagli totalmente. Sono certa che in fondo tu lo faccia con le migliori intenzioni. E poi, diciamocelo, chi non fa almeno una volta una ricerca quando non conosce qualcosa di cui vuole sapere di più?

Questo va bene. Il problema subentra quando ti fai prendere troppo la mano e credi che da una semplice informazione, tu possa imparare tutto il mestiere del consulente del debito semplicemente con qualche libro o video tutorial.

 

Non ti nego che c’è chi c’è riuscito. Esilarante.

Ti racconto brevemente: un giorno ricevo una chiamata in ufficio, era una lettrice del mio primo libro “Saldo e Stralcio – debitori fuori pericolo e creditori soddisfatti” che mi informava di essere riuscita a risolvere la sua prima operazione a Saldo e Stralcio solo grazie alla lettura del libro.

Devo dire che rimasi piuttosto sconcertata: non sapevo se essere contenta di essere stata utile oppure preoccuparmi di aver messo troppe informazioni in un libro!!! Sostanzialmente rischiavo di bruciarmi i clienti facendomi concorrenza da sola…!!

 

Scherzi a parte, la storia che ti ho appena raccontato è una piacevole eccezione. Però la regola funziona piuttosto diversamente.

 

Anche perché, nel caso della signora, è possibile siano entrati in gioco tanti altri fattori. Come ad esempio:

  • La sua predisposizione alla materia
  • Una innata dote di contrattazione
  • Un alto grado di attenzione e assimilazione dei concetti
  • Grande coraggio
  • Tantissima buona volontà e voglia di fare

 

Mi duole dirlo, ma la maggior parte delle persone con cui entro in contatto, acquisiscono questi punti solo dopo tanto allenamento sul campo.

Ma alla fine non credo che nessuno debba farsene una colpa, è semplicemente un dato naturale.

Ognuno di noi tende ad assimilare concetti e metodi di applicazione in tempi diversi, sicuramente però tutti siamo su una lunghezza d’onda che richiede un impegno di medio-lungo tempo.

Entra poi in gioco un fattore determinante: la paura di fare da soli.

Sono molti quelli che, capiscono brillantemente la teoria e poi si bloccano sulla pratica, perché temono di “fare il grande passo”.

 

Perciò mai sottovalutare l’importanza dell’informazione e dell’apprendimento. Non si è mai troppo grandi per imparare, anzi, bisogna capire che nella vita non si finisce mai di farlo!

 

 

Consulente del debito: la professione con concorrenza zero

All’inizio stentano a crederci ma è veramente così. Servirebbero molti più professionisti in grado di svolgere operazioni a Saldo e Stralcio, ma siamo ancora molto lontani dal vedere questo miracolo realizzarsi.

Sfortunatamente, per pratiche del genere, si tende talvolta a credere che basti avere le competenze legali (avvocato) o magari notarili (notaio). Ma non basta.

Nulla toglie che un bravo avvocato sia anche in grado di svolgere operazioni a Saldo e Stralcio, ma va sottolineato che non è grazie al titolo di avvocato che si è capaci di svolgere operazioni a Saldo e Stralcio. Quello è solo un punto in più, che scinde dalla professione primaria.

L’avvocato (o altri professionisti detenenti un titolo) non è obbligato a occuparsi anche di consulenza del debito.

Perciò posso affermare a gran voce che quella del consulente del debito è sicuramente una professione con pochissima concorrenza: ciò significa che hai ancora una grande opportunità da cogliere!!

Se il business etico del Saldo e Stralcio fa per te, è proprio il caso di deciderti e cominciare subito a formarti. Perché il fatto che non ci sia concorrenza, non significa che tu possa farti “le ossa” a tentativi sulle spalle della povera gente.

Io ho un’idea di professionalità e serietà un po’ diversa.

Se la pensi come me e sei deciso a ritagliare la tua fetta di torta all’interno di questo mercato, non ti resta che compilare il forum per metterti in contatto con me e scoprire come poter collaborare.

 

Ti aspetto.

Francesca Scarpetta